Home > Argomenti vari > “Il timore di Dio è scuola di sapienza” (Prov 15,33)

“Il timore di Dio è scuola di sapienza” (Prov 15,33)

Due mesi che non scrivo … ahi ahi ahi!
Che dire … che ho preso ad allenare un “muscolo” che – durante gli esercizi spirituali presso gli oblati di Rho – ho scoperto essersi un po’ atrofizzato, ma che è quanto mai essenziale nel rapporto con Gesù: il timor di Dio.
Il timor di Dio è una cosa maschia, una cosa troppo bella (che non c’entra niente con il “timore” inteso come “grande paura”)! Quando la spiego agli altri dico sempre: «Ai tuoi pari dai il rispetto, ai tuoi “superiori” l’onore e a Dio il timore» (e ai tuoi “inferiori”?! Boh, ci penserò …) e solo se c’è il timor di Dio l’onore sarà vissuto “bene” e anche il rispetto, se invece esso manca ecco che gli altri due non hanno dove “appoggiarsi”.
Ora, io agli sposi spiego sempre che il giorno del loro matrimonio diranno «… prometto … di amarti e onorarti …» (per altro … bello che tu impari a mettere tuo/a marito/moglie “sopra” di te, cosa che “funziona” però se anche l’altro fa lo stesso!) e che l’onore è essenziale perché è ciò che incanala/argina/custodisce l’amore. Analogamente io mi sono accorto che nel mio rapporto con Dio il timore si era terribilmente afflosciato e proprio per questo anche l’amore per Lui stava un po’ dissipandosi. E allora ecco un allenamento intensivo fatto di mille piccole attenzioni che incredibilmente da oramai un mese e mezzo riesco a fare.
E tu che leggi, che “muscolo spirituale” stai allenando?!?! Perché c’è sempre un muscolo un po’ atrofizzato a causa di tanti fattori (alcuni che manco vediamo …). Buon allenamento allora e ricordati che esso è possibile solo con la bella frase aggiunta nel rito del matrimonio «… con la grazia di Cristo …»
Ciaooooooooooo

Categorie:Argomenti vari Tag: ,
  1. Nessun commento ancora...
Codice di sicurezza: